motori di ricerca

«

»

Lug 19

Stampa Articolo

LA BATTAGLIA–THE BATTLE

LA BATTAGLIA–SA BATTALLA

Il 30 giugno di ogni anno, nell’antico borgo di Sanluri, qui in Sardegna, si festeggia “Sa Battalla” (La Battaglia), uno scontro che avvenne all’ingresso del paese e che vide vittorioso l’esercito di Martino il Giovane nei confronti di quello di Guglielmo III, aragonese.

La Giudicessa Eleonora D’Arborea, durante la sua vita riuscì nel difficile intento di riunire la Sardegna combattendo personalmente a capo del suo esercito, governandolo poi con La Carta De Logu, una raccolta di leggi molto moderne per l’epoca, alla sua morte nel 1402, le succedette suo figlio Mariano V, lui purtroppo morì dopo soli 5 anni di regno e si aprì così la strada a Guglielmo III d’Aragona.

L’esercito di Guglielmo III numericamente maggiore ma poco attrezzato, sopratutto con mezzi di fortuna come rustici forconi ma in compenso ricevette aiuto dalla cavalleria francese con 2000 cavalieri, dai temibili balestrieri genovesi e dai soldati pisani.

Martino I, giunse via mare dalla Sicilia con una flotta di 150 navi , ottomila fanti e tremila cavalieri, erano dotati di elmo, corazza e scudo, di due spade, una grande e una piccola e perfino i cavalli erano protetti con una solida armatura, li seguivano anche arcieri e balestrieri. Dopo un primo scontro avvenuto a nord dell’isola, all’Asinara, dove furono vincitori, seguì lo sbarco a Castello (Cagliari), da dove si avviarono a Sanluri.

Risalendo il corso del fiume Mannu e accampandosi di notte, il 30 giugno, l’esercito di Martino I il giovane arrivò nei pressi di Sanluri dove venne assaltato da quello di Guglielmo III che lo attendeva. Il luogo dello scontro è conosciuto con il nome di “Bruncu de sa Battalla” ( muso della battaglia). Mentre veniva attaccato dall’esercito avversario, il valoroso comandante di Martino I, Pietro Torreles, fece assumere ai suoi la formazione a cuneo che fu molto efficace nel distruggere e dividere gli avversari. Furono dispersi nelle campagne circostanti, in parte furono raggiunti e uccisi.

La battaglia segnò la fine del Regno d’Arborea, ma il destino è imprevedibile, infatti dopo pochi mesi morì anche Martino il giovane a causa delle febbri di malaria prese durante la risalita del fiume e accelerata come leggiamo da varie fonti, da una bella paesana che lo sfinì accelerandone la fine.

In occasione della festa, la GPcomunicazioni, ha preparato un video che ci mostra la festa con la riproduzione della battaglia, vediamolo insieme:=))))

 

THE BATTLE

On June 30 of each year, in the ancient village of Sanluri, here in Sardinia, is celebrated “Sa Battalla” (Battle), a clash that took place at the entrance of the village and which saw the army of Martino il Giovane victorious in Compared to that of William III, Aragonese.
Judge Eleonora D’Arborea, during her life, succeeded in the difficult task of reuniting Sardinia by fighting personally at the head of her army, governed by La Carta De Logu, a collection of very modern laws for the era, her death in 1402, succeeded his son Mariano V, he unfortunately died after only 5 years of kingdom and thus opened the way to William III of Aragon.
The army of William III was numerically larger but poorly equipped, especially with means of fortune as rustic forks but in return received help from the French cavalry with 2000 knights, the fearsome Genoese masters and the Pisan soldiers.

Martino I, who came by sea from Sicily with a fleet of 150 ships, eight thousand thieves and three thousand riders, were equipped with helmet, armor and shield, two swords, a large and a small, and even the horses were protected with a solid armor, Archers and crossbowmen also followed them. After a first encounter north of the island, at Asinara, where they were winners, they landed at Castello (Cagliari), from where they started to Sanluri.
As he climbed up the river Mannu and camped at night, on June 30, the young Martini I army arrived near Sanluri where he was assassinated by William III’s waiting for him. The scene of the clash is known as “Bruncu de sa Battalla” (battle bite). As he was attacked by the adversary army, the valiant commander of Martino I, Pietro Torreles, took on his wedge training, which was very effective in destroying and dividing his opponents. They were dispersed in the surrounding countryside, some were hit and killed.
The battle marked the end of the Kingdom of Arborea, but fate is unpredictable, in fact after a few months Martino also died because of the malaria fever taken during the rise of the river and accelerated as we read from various sources, by a beautiful village Which made him finish the end.

On the occasion of the party, GP Communications, prepared a video that shows us the party with the reproduction of the battle, let’s see it together: =))))

 

Permalink link a questo articolo: https://www.artskyintheroom.com/la-battaglia-the-battle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>