motori di ricerca

«

»

Mag 23

Stampa Articolo

INTERVISTA A FERNANDO MARROCU–INTERVIEW WITH FERNANDO MARROCU

 

INTERVISTA A FERNANDO MARROCU

Conosciamo il maestro d’arte Fernando Marrocu, vive in medio-campidano ed è un artista a 360 gradi. Tutto quello che ha fatto e tutti i suoi pensieri e idee sono dedicati all’arte, la sua grande musa ispiratrice. Infatti è scultore, pittore, muralista, ceramista e un insegnante d’arte. Persona molto cordiale e disponibile, ha tantissimi amici e possiamo trovare suoi lavori dappertutto nell’isola.

Buongiorno Sig. Fernando, ci parli di lei e della sua arte

Buongiorno Sara,
Disegnavo istintivamente sin da bambino.. all’asilo mi accorgevo degli errori degli altri bambini..sovrapponevano le figure senza un minimo di prospettiva..in realtà mi aiutava molto vedere mio fratello maggiore disegnare molto bene..
Nel proseguimento degli studi ero sempre l’alunno più bravo in disegno e uno dei peggiori in matematica….
All’istituto d’arte ho studiato la lavorazione del legno..progettazione di mobili.. intaglio..Tarsia etc.. ma rimpiangevo di non essermi iscritto in ceramica..mi ripromisi di ricuperare in seguito..e così impiantati inizialmente in laboratorio in Pabillonis..paese famoso per le pentole in terracotta. Prima però andai ad Assemini a fare gavetta..decorazione..tornio stampaggio con le forme .etc..
Che forma d’arte predilige?

 

Devo dire che io mi sento pittore.. comunque curioso per tutte le discipline..non sono tra quelli che si specializzano in una sola tecnica.

 

Essendo stato diretto testimone del mondo contadino non industrializzato ancora oggi i miei soggetti preferiti fanno riferimento al cavallo da lavoro..ai cacciatori..alle vendemmia comunque al mondo del lavoro..
Adesso ho rallentato con la ceramica e ho intenzione di approfondire con la pittura..tele..disegni e qualche murale.. nonché figure in terracotta.
Anche la scultura è un linguaggio importante per me, non concepisco la creatività che non sia a 360 gradi…

Ci parli delle sue esperienze da muralista

 

Anche con la pittura murale ho incominciato molto presto.. già alle scuole medie miei parenti mi proposero di realizzare due dipinti murali in un corridoio della loro casa.. copiato due quadri di Jean Francoise Millet..ripresi qualche anno dopo, già studente all’istituto d’arte con un murale a carattere religioso in una chiesetta di Sanluri in collaborazione con Lello Porru, mio compagno di scuola ed artista affermato. Ho realizzato murales in varie parti d’Italia e d’Europa..a Melito di Porto Salvo in Calabria vinsi il terzo premio per due anni consecutivi in un concorso di muralismo internazionale…altro murale importante è quello che ho realizzato all’esterno del museo Dona Máxima un San Gavino, dedicato alla civiltà contadina campidanese. Altra esperienza estera è stata l’invito che il sindaco di una cittadina rumena mi ha fatto affinché decorassi con tre murales l’esterno dello stadio locale. I più recenti sono i due murales realizzati in Sant’Antioco su invito dell’associazione, Sant’Antioco abbraccia il mare, situati nella zona portuale. Ho comunque intenzione di realizzarne altri nel mio paese..San Gavino, la voglia e l’entusiasmo sono quelli di sempre.

… è istinto…una vera vocazione…ne traggo piacere..

 INTERVIEW WITH FERNANDO MARROCU

We know the art teacher Fernando Marrocu, he lives in middle-campidano and is a 360 degree artist. All he has done and all his thoughts and ideas are dedicated to art, his great inspiring muse. In fact he is a sculptor, painter, muralist, ceramist and an art teacher. Very friendly and helpful person, he has many friends and we can find his works everywhere in the island.

 Good morning Mr. Fernando, tell us about yourself and your art

Good morning Sara,
I was drawing instinctively since I was a child … in the kindergarten I realized the mistakes of the other children … they overcame the figures without a minimum of perspective .. in reality it helped me a lot to see my older brother draw very well ..
In the continuation of my studies I was always the best student in drawing and one of the worst in mathematics ….
At the Institute of Art I studied woodworking..designing furniture .. carving..Tarsia etc .. but I regretted not having registered in ceramic..I promised to recover later..and so implanted initially in the laboratory in Pabillonis..paese famous for terracotta pots. First, however, I went to Assemini to do gavetta..decorazione..tornio molding with the forms .etc ..
 What kind of art do you prefer?
I must say that I feel like a painter .. however, curious for all disciplines .. I am not among those who specialize in one technique.
Having been a direct witness of the non-industrialized peasant world, even today my favorite subjects refer to the workhorse .. hunters .. at the harvest anyway to the world of work ..
Now I’ve slowed down with ceramics and I’m going to deepen with painting..tele..disegni and some mural .. as well as terracotta figures.
Even sculpture is an important language for me, I do not conceive creativity that is not 360 degrees …

Tell us about your experiences as a muralist

Even with wall painting I started very early .. already in middle school my relatives proposed me to make two wall paintings in a corridor of their home .. copied two paintings by Jean Francoise Millet .. I reappeared a few years later, already a student at the art institute with a religious mural in a small church of Sanluri in collaboration with Lello Porru, my school friend and established artist. I made murals in various parts of Italy and Europe .. Melito di Porto Salvo in Calabria I won the third prize for two consecutive years in a competition of international muralism … another important mural is what I made outside of the Dona Máxima museum a San Gavino, dedicated to the Campidanese rural culture. Another foreign experience was the invitation that the mayor of a Romanian town made me to decorate the exterior of the local stadium with three murals. The most recent are the two murals made in Sant’Antioco at the invitation of the association, Sant’Antioco embraces the sea, located in the port area. I still intend to make others in my country .. San Gavino, the desire and enthusiasm are those of all time.

… is instinct … a true vocation … I take pleasure in it

Permalink link a questo articolo: https://www.artskyintheroom.com/intervista-fernando-marrocu-interview-with-fernando-marrocu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>