motori di ricerca

«

»

Apr 24

Stampa Articolo

Cambiare la propria vita tramite il linguaggio–Change your life through language

Cambiare la propria vita tramite il linguaggio

Persona che parlano cambiare la propria vita

Il linguaggio è un elemento fondamentale per comprendere la vita e comunicare con il mondo. A seconda di come lo usiamo, ci influenzerà diversamente a livello emotivo e intellettuale. A questo proposito Bernard Roth dice che eliminando due parole dal proprio vocabolario, è possibile cambiare la propria vita.

Questo ha senso se consideriamo che, senza accorgercene, ricorriamo a frasi fatte senza essere consapevoli di come modellano il nostro modo di pensare e vedere la realtà. È quindi logico pensare che se si cambia il modo in cui ci si riferisce alla realtà, è possibile anche cambiare la propria vita.

“Le parole sono la configurazione acustica delle idee”.

-Novalis-

Bernard Roth è docente di ingegneria alla Stanford University e direttore accademico dell’Hasso Plattner Design Institute. Questo intellettuale ha scritto un libro intitolato Se vuoi puoi. Smettila di sognare e incomincia a fare. Prendi in mano la tua vita! In esso menziona molte delle formule linguistiche che portano al trionfo o al contrario alfallimento. Di seguito vi sveliamo le due più importanti.

Cambiare la propria vita senza il potere del ma 

La parola ma è una congiunzione avversativa. Questo significa che serve per contrapporre due idee, che sia per qualificare qualche affermazione o per espanderla o confrontarla. Da un punto di vista psicologico, questa parola viene spesso utilizzata per giustificare, rinviare o impedire l’azione.

Uomo che elimina la parola ma dal vocabolario

Soprattutto quando è usato in frasi come “Sì, ma” rivela un’intenzione di auto-sabotaggio. Equivale a creare ostacoli inutili o fittizi per agire.

Il professor Roth propone di eliminare la parola ma dal nostro solito vocabolario. Afferma che la nostra vita potrebbe cambiare se non la usiamo, poiché ci costringe a cambiare prospettiva. La scommessa consiste nel sostituire i ma con la congiunzione e. Così, invece di dire, ad esempio, “Voglio cambiare partner, ma ho paura di rimanere da solo”, dobbiamo dire: “Voglio cambiare partner e ho paura di rimanere da solo”.

Come è possibile cambiare la propria vita cambiando le parole? Roth dice che quando si usa il ma ci si mette davanti a due percorsi che si escludono a vicenda: o ne segui uno oppure l’altro. Se usiamo la congiunzione e, invece, vediamo entrambe le realtà all’unisono. Non forziamoci a scegliere. Contempliamo il panorama in un modo che non ci costringa a scegliere, ma che ci inviti a vedere le cose in modo più obiettivo e non facendoci sentire a un bivio

Sostituire il devo con il voglio

Il secondo consiglio del professor Roth è di cambiare l’espressione “Devo fare” con l’espressione “Voglio fare”. Quando diciamo “Devo fare”, ci troviamo immediatamente nel registro degli obblighi. Questo di per sé è molto demotivante. Implica che desideriamo qualcosa, ma che dobbiamo farne un’altra, anche contro la nostra volontà. Usare il devo ci introduce già in uno shock emotivo

Donna che parla

Bernard Roth sottolinea che se facciamo qualcosa, non è mai veramente perché siamo costretti a farlo. In un modo o nell’altro, abbiamo scelto di farlo. Eliminando l’espressione “Devo fare” e sostituendola con “Voglio fare”, stiamo semplicemente ammettendo la nostra responsabilità nei confronti della vita che conduciamo. Vediamolo in alcuni esempi:

  • Cambiare “Devo finire questo lavoro per domani, altrimenti verrò licenziato” con “Voglio fare questo lavoro per domani perché è un modo per non farmi licenziare”.
  • Cambiare “Devo essere tollerante con il mio partner, perché potrebbe stufarmi di me e lasciarmi” con “Voglio essere tollerante con il mio partner perché è un modo per arricchire la relazione e stare meglio”.
  • Cambiare “Devo fare sport perché sto ingrassando terribilmente” con  ” Voglio fare sport per sentirmi meglio con il mio corpo”

Ogni volta che si cambia il  devo con il voglio, diventa subito necessario cambiare la prospettiva negativa con una più positiva. Allo stesso tempo, si elimina una forte carica emotiva. Ecco perché è possibile cambiare la propria vita in positivo eliminando queste parole dal proprio vocabolario. Perché non provate a farlo per un mese e valutate i risultati che ottenete?

Change your life through language

Persona che parlano cambiare la propria vita

Language is a fundamental element for understanding life and communicating with the world. Depending on how we use it, it will affect us differently on an emotional and intellectual level. In this regard, Bernard Roth says that by removing two words from one’s vocabulary, one can change one’s life.

This makes sense if we consider that, without realizing it, we resort to sentences made without being aware of how they shape our way of thinking and seeing reality. It is therefore logical to think that if you change the way you refer to reality, you can also change your life.

“Words are the acoustic configuration of ideas”.
-Novalis

Bernard Roth is an engineering professor at Stanford University and academic director of the Hasso Plattner Design Institute. This intellectual wrote a book called If you want you can. Stop dreaming and start doing. Take your life in your hands! In it he mentions many of the linguistic formulas that lead to triumph or to the contrary to the fallacy. Below we reveal the two most important.

Change your life without the power of but

The word is an adversative conjunction. This means that it serves to counterpose two ideas, either to qualify some statement or to expand or compare it. From a psychological point of view, this word is often used to justify, postpone or prevent action.

Uomo che elimina la parola ma dal vocabolario

Especially when used in sentences like “Yes, but” it reveals an intention to self-sabotage. It is equivalent to creating unnecessary or fictitious obstacles to act.

Professor Roth proposes to eliminate the word but from our usual vocabulary. He says that our life could change if we do not use it, because it forces us to change perspective. The bet consists in replacing the but with the conjunction e. So instead of saying, for example, “I want to change partners, but I’m afraid to stay alone”, we have to say: “I want to change partners and I’m afraid to stay alone”.

How is it possible to change one’s life by changing words? Roth says that when you use the but you are faced with two paths that are mutually exclusive: either you follow one or the other. If we use the conjunction and instead we see both realities in unison. Let us not choose. We contemplate the landscape in a way that does not force us to choose, but that invites us to see things in a more objective way and not making us feel at a crossroads

Replace the must with the I want

The second tip of Professor Roth is to change the expression “I have to do” with the expression “I want to do”. When we say “I have to do”, we are immediately in the register of obligations. This in itself is very demotivating. It implies that we desire something, but that we must do something else, even against our will. Using the must introduce us already into an emotional shock

Donna che parla

Bernard Roth emphasizes that if we do something, it is never really because we are forced to do it. In one way or another, we chose to do it. By eliminating the expression “I must do” and replacing it with “I want to do”, we are simply accepting our responsibility for the life we ​​lead. Let’s see it in some examples:

Change “I have to finish this job for tomorrow, otherwise I will be fired” with “I want to do this job for tomorrow because it’s a way to not get me fired”.
Change “I have to be tolerant with my partner, because he could get tired of me and leave me” with “I want to be tolerant with my partner because it is a way to enrich the relationship and get better”.
Change “I have to do sport because I’m getting terribly fat” with “I want to play sports to feel better with my body”
Every time that I change the I have with the I want, it becomes immediately necessary to change the negative perspective with a more positive one. At the same time, a strong emotional charge is eliminated. This is why it is possible to change one’s life in a positive way by eliminating these words from one’s own vocabulary. Why not try doing it for a month and evaluate the results you get?

 

Permalink link a questo articolo: https://www.artskyintheroom.com/cambiare-la-propria-vita-tramite-linguaggio-change-your-life-through-language

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>