motori di ricerca

«

»

Set 28

Stampa Articolo

BRUNO MANUNZA FOTOGRAFIA–BRUNO MANUNZA PHOTOGRAPHY

 

 

BRUNO MANUNZA FOTOGRAFIA

Conosciamo Bruno Manunza, maestro nell’arte della fotografia e appassionato e instancabile osservatore della natura in tutte le sue forme.

Ecco una sua breve biografia:

Sono cresciuto nella bottega fotografica di mio nonno e mio padre, nel centro di Sassari, mentre le donne della famiglia mi portavano sott’acqua d’estate e a cercare funghi e orchidee dall’autunno alla primavera. Le due passioni per la fotografia e l natura, si sono fuse in maniera forte. E hanno contribuito a formarmi sotto molti punti di vista. Ho avuto la fortuna e il piacere di portare 15 foto in finale al Wildlife Photographer Contest (Si, quello) negli anni passati, di essere 2 volte premiato nel Nikon International Photo Contest, e in una serie di altre concorsi internazionali e, anche in qualcuno nazionale… Ho avuto il piacere di vedere le mio foto pubblicate e pagate su Le Monde, National Geographic, e tanti altri quotidiani e rotocalchi italiani e mondiali. Ed ho progettato scritto e pubblicato i volumi fotografici: Funghi, colori e forme del sottobosco (Pubblinova 2016), Conchiglie viventi ed altri molluschi marini (Pubblinova 2016) Natura e Civiltà: la provincia di Sassari (Pubblinova 2014), Arcipelago Verde (Pubblinova 2013), Dai Mari della Sardegna, un’Isola di Biodiversità (Pubblinova, 2011), Sennoricas, Orchidee di Sardegna (Imago, 2010), Falesie (Pubblinova, 2008), Mediterranea, pubblicato dalla Pubblinova (2007) nella collana Fotografi per Natura, Dall’acqua all’aria (Magnum, 2005) dedicato ai Parchi ed alle riserve naturali del Nord Sardegna, dei due volumi sugli invertebrati dell’Enciclopedia della Fauna Sarda, della guida ‘Sassari Natura e Paesaggio’, sulle risorse naturali del territorio attorno a Sassari, e di ‘Sassari città regia’, una guida fotografica alle risorse artistiche della Città di Sassari. La fotografia naturalista è spesso stata considerata un po’ la cenerentola nel mondo degli altri fotografi ma, assieme ad altri credo di aver contribuito a farne salire la considerazione ed il rispetto portandola fuori dalla gabbia delle foto buone solo per le enciclopedie e gli album di figurine (niente di male in se). La fotografia, è solo fotografia, alla fine.

Le tue passioni, fotografia e natura, nascono dalla tua infanzia, ma per realizzare una delle tue stupende fotografie, quanto tempo e impegno occorrono?
 Dipende… alcune richiedono preparazione prima, e studio e ricerca del soggetto o della scena, altre richiedono lavoro dopo, in postproduzione, i notturni hanno bisogno di una lavorazione più lunga, na non solo loro. Altre ancora richiedono tempo e studio prima e dopo… Ma questo è solo un aspetto. Io lavoro per progetti, progetti che hanno come obiettivo una mostra o un libro o entrambi. Un progetto richiede tempo, da uno a più anni… 

Secondo te osservare la natura e’ una forma di meditazione?

Forse per alcuni, non so, non mi sono posto il problema. Osservare è comunque un’attività impegnativa che non può limitarsi alla meditazione.

Qual’e’ lo scatto che ricordi con piu’ emozione?

Con qualche variante è una domanda che fanno in molti, non posso dire che sia uno, più che altri, l’emozione dura un attimo, poi arriva una strana consapevolezza. Diciamo che la foto la vedi prima nella tua testa. A volte il risultato ti delude, perchè non avevi ben compreso la situazione. Altre volte è soddisfacente. Mentre l’immagine si sviluppa nella tua mente sei concentrato e lasci fuori l’emozione. Dopo, mentre la valuti, prevale la lucidità… Diciamo questo, sono un eterno insoddisfatto e l’emozione di una foto dura poco e lascia spazio alla ricerca del nuovo.

Tieni spesso dei corsi di fotografia professionale naturalistica e del paesaggio, ti e’ mai successo di conoscere dei veri talenti? E da che cosa l’hai capito?

 

Ho conosciuto diverse persone di grande capacità, non mi riferisco all’aspetto tecnico, quello è banale come diceva Winogrand, ma alla creatività, alla capacità di proporre soluzioni e temi inconsueti, personali, e attraenti.

Tu che ami tanto la natura, che cosa pensi dell’inquinamento ambientale? Possiamo risolvere questo problema?

 

Tutto il male possibile e, se devo dirla tutta penso di no. La storia dell’umanità non fa ben sperare…

Che cosa consigli a chi vorrebbe diventare un bravo fotografo?

Guarda quello che fanno gli altri e poi non rifarlo. Trova la tua strada senza inseguire il consenso di amici e parenti. Quello lo avrai qualunque foto tu faccia. E’ faticoso ma indispensabile. Sii tenace. Prima o poi funziona.

Hai appena pubblicato un libro, Conchiglie Viventi e altri Molluschi del Mediterraneo, dove hai fatto le foto e quanto tempo ci e’ voluto?

Sono usciti recentemente due libri che coprono uno spazio marino ed uno terrestre, Conchiglie e Funghi. Le foto di entrambi sono fatte un po’ in tutta la Sardegna. I tempi… dal momento in cui ho definito il progetto alla stesura finale, compresa la raccolta di materiale integrativo può aver richiesto un paio d’anni.

Parlaci di un tuo sogno da realizzare

 Sto lavorando a diversi altri progetti, alcuni hanno a che fare con soggetti naturali, altri no, e sto chiudendo il nuovo libro che uscirà a novembre e tratta una sfera più delicata. La mente delle persone è molto complessa da riprendere. Ne hai già visto una prima bozza. Si intitolerà: Lazy Afternoons Cozy Afternoons (o viceversa, devo decidere).
 

 BRUNO MANUNZA FOTOGRAPHY

We know Bruno Manunza, a master in photography and passionate and tireless nature observer in all its forms.
Here’s a short biography:

I grew up in the photographic workshop of my grandfather and my father in the center of Sassari, while the women of the family took me under the water in the summer and look for mushrooms and orchids from autumn to spring. The two passions for photography and nature, have fused in a strong way. And they helped shape me in many ways. I was lucky and pleased to bring 15 photos in the final at the Wildlife Photographer Contest (Yes, that one) in the past years, to be 2 times awarded in the Nikon International Photo Contest, and in a number of other international competitions and even in some national … I had the pleasure to see my photos published and paid on Le Monde, National Geographic, and many other Italian and world newspapers and magazines. And I have designed written and published photographic volumes: Mushrooms, colors and shapes of the undergrowth (Pubblinova 2016), Living shells and other marine molluscs (Pubblinova 2016) Nature and Civilization: Sassari Province (Pubblinova 2014), Green Archipelago (Pubblinova 2013 ), Dai Mari of Sardinia, a Biodiversity Island (Pubblinova, 2011), Sennoricas, Orchids of Sardinia (Imago, 2010), Falesie (Pubblinova, 2008), Mediterranean published by Pubblinova (2007) From the water to the air (Magnum, 2005) dedicated to the parks and natural reserves of North Sardinia, the two volumes on the invertebrates of the Sardinian Encyclopedia, the Sassari Natura and Landscape Guide, on the natural resources of the territory around Sassari, and ‘Sassari city director’, a photographic guide to the artistic resources of the City of Sassari. Naturalist photography has often been considered a bit cinderella in the world of other photographers but, along with others, I think I have contributed to raising her consideration and respect by taking her out of the cage of good photos only for encyclopedias and figurine albums (nothing bad in itself). Photography is just photography at the end.

Your passions, photography and nature are born from your childhood, but to accomplish one of your beautiful photos, how much time and effort do you need?

It depends … some require preparation before, and study and research the subject or scene, others require work after, postproduction, nocturnal need longer working, not only them. Others still require time and study before and after … But this is just one aspect. I work for projects, projects that aim at an exhibition or a book or both. A project takes time, from one to several years …

Do you think nature is a form of meditation?

Maybe for some, I do not know, I did not mind the problem. Observing is, however, a challenging task that can not be limited to meditation.

What is the trigger that you remember with more emotion?

With some variation it is a question they do in many, I can not say that one, more than others, emotion lasts for a moment, then comes a strange awareness. Let’s say the photo you see it first in your head. Sometimes the result disappoints you, because you did not understand the situation well. Other times it is satisfying. As the image develops in your mind you concentrate and leave the emotion out. Afterwards, as you rate it, the lightness prevails … Let’s say this, I am an eternally dissatisfied and the emotion of a photo lasts little and leaves room for the search for the new.

Do you often have professional photography and landscape photography courses, did you ever know real talents? And what did you understand?

I have known many great people, I do not mean technical aspect, that is as trivial as Winogrand said, but to creativity, the ability to propose unusual, personal and attractive solutions and themes.

You that love nature so much, what do you think about environmental pollution? Can we solve this problem?

Every possible evil, and if I have to say it all, I do not think so. The history of humanity does not hope well .

What advice do you want to become a good photographer?

Look at what others do and then do not do it again. Find your way without pursuing the consent of friends and relatives. You will have any photo you do. It is tiring but indispensable. Be persistent. Sooner or later it works.

Have you just published a book, Living Shells and Other Mollusks of the Mediterranean, where did you take pictures and how long did it take?

Recently, two books have been released covering a marine and a terrestrial space, Shells and Mushrooms. Photos of both are done a bit throughout Sardinia. The times … from the moment I defined the project to the final draft, including the collection of supplementary material, it may have taken a couple of years.

Talk to us about your dream come true

I’m working on several other projects, some have to do with natural subjects, others do not, and I’m closing the new book that will be released in November and is a more delicate sphere. People’s mind is very complex to resume. You’ve already seen a first draft. It will be titled: Lazy Afternoons Cozy Afternoons (or vice versa, I have to decide).

..

Permalink link a questo articolo: https://www.artskyintheroom.com/bruno-manunza-fotografia-bruno-manunza-photography

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>