motori di ricerca

«

»

Giu 29

Stampa Articolo

ANDREA BORIANI – ARTE E RICICLO CREATIVO ANDREA BORIANI -ART AND CREATIVE RECYCLE

 

 

ANDREA BORIANI – ARTE E RICICLO CREATIVO

Andrea Boriani è un artista di Lodi in Lombardia, Italia. Sin da piccolo ha respirato Arte a casa sua avendo due zii artisti e ha sperimentato varie tecniche finchè la sua curiosità e il suo lavoro di informatico e web designer lo hanno portato a un’ espressione artistica che è una sintesi dei suoi gusti pop e dell’impegno ambientalista.

Leggiamo qui una recensione del suo lavoro:

Utilizzando materiali tecnologici in disuso, come tele per i suoi dipinti, l’artista lodigiano Boriani crea una conversazione tra processi analogici e digitali. La  pittura “sostenibile” dell’artista nasce dal riutilizzo di floppy disk, schede elettroniche ricavate da computer dismess; questi oggetti non più di uso comune, sono manufatti tecnologici obsoleti, che riproposti in chiave artistica permettono di comprendere la velocità dei cambiamenti che stanno avvenendo nella società contemporanea.

La base concettuale di questo lavoro esplora aree in cui la realtà, attingendo ai rifiuti dei consumatori, alla cultura pop, incontra e trova l’arte.

I materiali di recupero vengono recuperati da amici, famigliari, conoscenti o da contatti attraverso i social, una sorta di progetto di arte sociale in cui l’unico protagonista non è l’artista ma in ogni opera c’è partecipazione e condivisione.

www.andreaboriani.it

www.facebook.com/boriani2.0

Ciao Andrea, parlami di te, da quanto tempo ami l’arte e come ti è venuta l’idea del riciclo creativo?

Mio zio era un pittore affermato e mi zia aveva una galleria d’arte…. quindi diciamo che sono sempre stato attorniato dall’arte sono un informatico, un grafico e web designer facendo l’informatico avevo veramente un sacco di materiali obsoleti da gettare, ed un giorno mi è venuta l’idea di riutilizzarli come una “tela alternativa” su cui dipingere

Hai fatto delle esposizioni? Qual’è stata la reazione del pubblico?

Ho esposto al museo nazionale s.Matteo di Pisa per la prima edizione dell’ “Internet Festival” e alla Biennale di Ferrara, poi in vari comuni e caffè letterari della zona. Il pubblico rimane sempre “stupito”per il supporto su cui sono realizzate le opere

la mia zona è il Lodigiano/cremasco

Tra gli artisti del passato e quelli contemporanei, quali ami di piu?

 Sicuramente Andy Warhol, Peter Max, Roy Lichtenstein

Cosa vuol dire fare l’arte oggi, con il libero accesso a informazioni ed immagini che tutti abbiamo, dal tuo punto di vista di artista e informatico?

 

E’ ed è sempre stata una chiave di lettura del mondo che ci circonda

Quali sono i tuoi obiettivi nel medio e lungo termine?

Per ora dipingo per rilassarmi e per divertimento, sicuramente se un domani diventasse una seconda attività non mi dispiacerebbe per niente

Qual’è la tua attività principale e come ti vedi tra qualche anno?

Sono un informatico, grafico e web designer,

semplicemente mi piacerebbe avere più tempo da dedicare alle mie passioni che sono dipingere e suonare

 

ANDREA BORIANI ART AND CREATIVE RECYCLE

Andrea Boriani is an artist of Lodi in Lombardy, Italy. As a young man he breathed Art at his home having two uncles artists and has experimented with various techniques as long as his curiosity and his computer work and web designers have led him to an artistic expression that is a synthesis of his pop taste and Environmental commitment.

Read here a review of his work:

Utilizing disinfected technological materials, such as canvas for his paintings, the artist Boriani creates a conversation between analogue and digital processes. The artist’s “sustainable” painting is based on the re-use of floppy disks, discarded computer boards; These objects are no longer commonly used, are obsolete technological artifacts, which are replicated in an artistic way to understand the speed of the changes that are taking place in contemporary society.

The conceptual basis of this work explores areas where reality, drawing on consumer waste, pop culture, meets and finds art.
Recovery materials are recovered by friends, family, acquaintances or social contacts, a sort of social art project in which the only protagonist is not the artist but in every work there is participation and sharing.

Hi Andrea, tell me about how long you love art and how did you come up with the idea of creative recycling?

My uncle was an affirmed painter and my aunt had an art gallery … so let’s say I’ve always been surrounded by art I’m a computer, graphic designer and web designer doing the computer I really had a lot of obsolete materials from and one day I came up with the idea of reusing them as an “alternative canvas” on which to paint

Did you make the exhibits? What was the reaction of the public?

 

I exhibited at the National Museum of Matthouse in Pisa for the first edition of the “Internet Festival” and at the Biennale of Ferrara, then in various literary cities and towns. The audience is always “astonished” for the support on which the works are made
My area is Lodigiano / cremasco

What is your main business and how do you see it in a few years?

I’m a computer, graphic designer and web designer,

I just would like to have more time to devote to my passions that I am painting and playin

Among past and contemporary artists, what more love do you love?

Surely Andy Warhol, Peter Max, Roy Lichtenstein
 
What does it mean to make art today, with free access to information and images that we all have, from your point of view to artist and computer?
 
It has always been a key to reading the world around us
 
What are your goals in the medim and long term?
 
For now I paint for relaxation and for fun, surely if tomorrow becomes a second activity I would not mind at all

 

Permalink link a questo articolo: https://www.artskyintheroom.com/andrea-boriani-arte-riciclo-creativo-andrea-boriani-art-and-creative-recycle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>